Passa ai contenuti principali

In evidenza

Parliamo di Dante | Porozmawiamy o Dante

Il 31 maggio 2022 r. alle ore 19:00, in occasione della Giornata della Dante, il Comitato della Società Dante Alighieri di Varsavia ha l'onore di invitarVi nella suggestiva cornice della Kamienica Bornbachowska in Rynek Starego Miasta 2 alla serata letteraria con la partecipazione degli illustri filologi Jarosław Mikołajewski -autore della più nuova traduzione della Divina Commedia- e Piotr Salwa -professore ordinario di filologia italiana, membro dell'Accademia Polacca delle Scienze e direttore emerito dell'Istituto Romano della stessa Accademia- con una straordinaria Lectura Dantis della famosa attrice polacco-italiana Karolina Dafne Porcari. Letture e interventi saranno intervallati da alcuni brevi brani musicali d’epoca interpretati dalle musiciste Karolina Janus e Yulka Tsaryk con il flauto digitale re.corder. Gli illustri ospiti saranno moderati dal professor Stefano Redaelli, docente di italianistica presso la facoltà Artes Liberales dell'Università di Varsav

La nostra missione

La missione del Comitato della Società Dante Alighieri è la promozione e la tutela della lingua e della cultura italiana a Varsavia. Il Comitato si prefigge:
  1. La diffusione della conoscenza della lingua italiana, delle sue varianti, degli standard e dei criteri per valutarne l'uso, rilasciando certificati di competenza linguistica PLIDA, ufficialmente riconosciuti in Polonia dal Ministero della Pubblica Istruzione e dal Ministero degli Esteri polacchi, sulla base di accordi stipulati con il Ministero degli Esteri italiano e confermati dall’Università “La Sapienza” di Roma.
  2. La promozione della lingua italiana come valore; la tutela della lingua italiana come veicolo di identità culturale; l’accrescimento dell’interesse per la lingua italiana, e in particolare l’attenzione per la cultura e la lingua italiana a livello scolastico.
  3. L’istituzione e il sostenimento di scuole, biblioteche, corsi di lingua e cultura italiana a Varsavia.
  4. Lo svolgimento degli esami di certificazione dell’italiano come lingua straniera.
  5. La diffusione delle opere letterarie italiane, libri di testo, prodotti e pubblicazioni legate alla cultura italiana.
  6. L’organizzazione di convegni, itinerari culturali, eventi artistici e musicali.
  7. Il conferimento di premi e borse di studio e l’organizzazione di ogni altra opportuna attività finalizzata al reperimento delle risorse finanziarie necessarie per lo svolgimento delle attività statutarie.
  8. La promozione di qualsiasi evento atto ad illustrare l'importanza della lingua, della cultura e della creatività del genio e del lavoro italiani.
Per l'assolvimento dei propri fini statutari, il Comitato può collaborare con organi della pubblica amministrazione centrale e territoriale polacca, con le rappresentanze diplomatiche italiane e straniere a Varsavia, con enti pubblici e privati, con il mondo imprenditoriale e quello del terzo settore.

"Dante and Beatrice", Henry Holiday, 1884, National Museums Liverpool