Carlo Paolicelli



Carlo PAOLICELLI. Nato il 5 aprile 1975 a Cerignola, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro nel 1999 e assolto alla pratica forense presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del Tribunale di Foggia. Ha poi seguito corsi di perfezionamento in utriusque iure presso l’Università Lateranense e di dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Poznan Adam Mickiewicz. Esperto di Diritto Pubblico ha collaborato con enti pubblici dello Stato Italiano e dello Stato della Città del Vaticano. Nel settembre del 2004, per i meriti nel settore della difesa dei diritti civili il Patriarca di Romania Teoctis lo ha insignito della Gran Croce Patriarcale di Romania (massima onorificenza degli ortodossi di Romania, raramente riconosciuta ai laici), impostagli dall’attuale Patriarca della Chiesa Ortodossa Rumena Sua Beatitudine Daniel, nell’Abbazia delle Tre Fontane a Roma. Stabilmente residente in Polonia dal 2004, per quindici anni ha condotto la libera attività professionale nel settore legale alternandola con incarichi nella pubblica amministrazione territoriale polacca. Il 2010 ha aggiunto alla cittadinanza italiana quella polacca. Dal 2010 al 2015 è stato consulente indipendente in affari pubblici accreditato presso la Commissione Europea. Nel 2012 su incarico del presidente della Città di Poznan è stato ambasciatore per l’Italia del campionato europeo di calcio UEFA EURO 2012. Dal 2011 al 2018 ha ricoperto l’incarico di presidente della comunità rurale di Bolewice nella Pomerania Occidentale e dal 2019 al 2020 quello di vicesindaco del comune di Nowogródek Pomorski. Dal dicembre del 2017 è anche mediatore stabile presso il Tribunale Regionale di Stettino. Dal dicembre del 2020 è funzionario del Governo Polacco a Varsavia.

All’attività professionale volentieri alterna quella di scrittore e pubblicista. Fu autore della rappresentazione teatrale “Quando una vita diventa segno” all’apertura della Causa di Beatificazione del Servo di Dio Antonio Palladino nel 1995; coautore dei saggi storiografici “Per Crucem ad Lucem” (con Angelo Di Santo in ibidem CRSEC, Bari, 1995) e di quello “Una Sosta per Gerusalemme” (con Salvatore Paolicelli in ibidem La Messina, Molfetta 2009). Dal 2013 al 2015 è stato Direttore Responsabile del quindicinale “Trybuna Zachodnia”. Attualmente scrive per testate italiane e polacche.

Cultore della lingua e della cultura italiana in Polonia è intervenuto in numerose conferenze a Stettino, Gorzów Wielkopolski e Poznań. Ha collaborato con l'Associazione Polonia-Italia presso l'Università Adam Mickiewicz di Poznań ed organizzato le Settimane della Lingua e Cultura Italiana a Poznań con il patronato dell'Ambasciata d'Italia e dell'Istituto Italiano di Cultura di Varsavia. 



Carlo Paolicelli
Presidente
mobile: (+48) 514 899 765
facebook icontwitter iconyoutube iconlinkedin icon
logo
Ul. Rynek Starego Miasta 15/2
00-273 Warszawa
www.ladante.pl